Il miele di indaco della Riserva naturale del Padule di Fucecchio

Ricordate l’articolo su un romantico e impossibile miele di fiori di olivo? E’ qui ancora nel nostro blog da leggere.

A noi piacciono molto le api e il miele che purtroppo però non produciamo. Le api sono importanti nell’oliveta, la loro presenza ci indica la salute dell’ambiente.

A suo tempo abbiamo anche chiesto al nostro amico Piero di mettere delle cassette nel nostro terreno, tra olivi, alberi di acacia, castagni, ciliegi, e i fiori dei campi, ma lui ci ha detto che non è possibile, perché le sue api sarebbero sempre tornate da lui, a casa sua, che dista poche centinaia di metri in linea d’aria.

Piero Maccioni fa miele molto buono, tanto da avere vinto anche importanti premi. Ha le cassette delle api anche nel vicino Padule di Fucecchio, un’area naturale molto importante in Toscana, ad ovest del Montalbano, vicino a Monsummano e Montecatini Terme, che si vede bene dai nostri olivi. Qui flora e fauna offrono rarità e qui nidificano uccelli durante le loro migrazioni.

Nel Padule fiorisce l’indaco bastardo (Amorpha fruticosa) che regala un miele di colore quasi lilla e dal sapore fruttato e dolce.
Per questo abbiamo deciso di chiedere a Piero una selezione di miele di indaco apposta per il Cassero.

Marco Bettazzi
marco.marbet@gmail.com