TERRITORIO

Chilometri di terrazze, tra alberi da frutto e ingegno contandino.
Questo è il nostro habitat.

Montalbano

L’azienda agricola Il Ronco è nel cuore della Toscana, nel comune di Larciano.
Si trova sul versante del Montalbano che guarda al mare e vede il paese medievale di Cecina, la Valdinievole, Montevettolini e più in là Montecarlo in provincia di Lucca, fino alle alpi Apuane.

Siamo nel territorio di Leonardo da Vinci e della Menzione geografica aggiuntiva del Montalbano dell’IGP Toscano, che certifica l’intera filiera produttiva nel raggio di appena 7 km a cavallo del Montalbano e valori chimico-organolettici superiori, non solo a quelli dell’olio extravergine d’oliva, ma anche dello stesso olio IGP Toscano. I valori dell’olio il Cassero spiccano tra questi.

Montalbano

L’azienda agricola Il Ronco è nel cuore della Toscana, nel comune di Larciano.
Si trova sul versante del Montalbano che guarda al mare e vede il paese medievale di Cecina, la Valdinievole, Montevettolini e più in là Montecarlo in provincia di Lucca, fino alle alpi Apuane.
Siamo nel territorio di Leonardo da Vinci e della “Menzione geografica aggiuntiva del Montalbano – IGP Toscano”, che certifica l’intera filiera produttiva nel raggio di appena 7 km a cavallo del Montalbano e valori chimico-organolettici superiori, non solo a quelli dell’olio extravergine d’oliva, ma anche dello stesso olio IGP Toscano.
I valori dell’olio il Cassero spiccano tra questi.

Oliveta

Gli olivi sono a mezza collina, a circa 200 metri sul livello del mare e salgono su terreni ricchissimi di vegetazione, lungo quasi 6 km di terrazzamenti a pietra e terra. Lavoriamo le ripide terrazze in completa sicurezza con l’aiuto di un trattore radiocomandato senza pilota.

Nei muri a secco nascono timo, mirto, scopa, ginestre, canne e more in gran quantità; e sui bordi dei sentieri raccogliamo il finocchio e gli asparagi selvatici. Nel fresco sottobosco lungo il ronco – il piccolo corso d’acqua – ci sono ancora le felci antiche, mentre i fiori in primavera inondano i campi di colori. Sorbi, fichi, peri e ciliegi sono ancora sparsi nel podere a testimoniare l’ingegno contadino del passato.

Oliveta

Gli olivi sono a mezza collina, a circa 200 metri sul livello del mare e salgono su terreni ricchissimi di vegetazione, lungo quasi 6 km di terrazzamenti a pietra e terra. Lavoriamo le ripide terrazze in completa sicurezza con l’aiuto di un trattore radiocomandato senza pilota.
Nei muri a secco nascono timo, mirto, scopa, ginestre, canne e more in gran quantità; e sui bordi dei sentieri raccogliamo il finocchio e gli asparagi selvatici. Nel fresco sottobosco lungo il ronco – il piccolo corso d’acqua – ci sono ancora le felci antiche, mentre i fiori in primavera inondano i campi di colori. Sorbi, fichi, peri e ciliegi sono ancora sparsi nel podere a testimoniare l’ingegno contadino del passato.